News - Valutazione del rischio legionellosi PDF Stampa E-mail

VALUTAZIONE DEL RISCHIO LEGIONELLOSI

Il Controllo del Rischio Legionellosi non può limitarsi a semplici campionamenti d’acqua ma richiede uno studio accurato e dettagliato di ogni singolo impianto potenzialmente a rischio che permetta la definizione di un Piano di Controllo basato sulle sue specifiche peculiarità e che tuteli efficacemente il Sito nel quale è esercitato sia sul lato della Salute e Sicurezza garantita ai suoi ospiti e lavoratori, sia sul lato di tutela legale.

Con Rischio Legionellosi è definito il rischio di contrarre una polmonite attraverso l’inalazione di aerosol d’acqua contenenti batteri appartenenti alla famiglia delle Legionelle (Legionella spp.).

La Legionellosi è una malattia grave a letalità elevata (5-15% dei casi complessivi, sino al 40% dei casi nosocomiali), con obbligo di denuncia e sottoposta a sorveglianza speciale.

Il Controllo del Rischio Legionellosi ricade nel campo di applicazione del titolo X del D. Lgs. 81/2008, che comprende tutte le attività che possono comportare rischio derivante da agenti biologici, comprese quelle con rischio potenziale di esposizione.

L’agente Legionella spp. è classificata al gruppo 2 tra i patogeni (allegato XLVI) e in base a quanto prescritto dal D. Lgs. se necessario si deve provvedere alla Valutazione del Rischio, attuando successivamente le eventuali misure di minimizzazione e controllo valutate opportune.

Mediante il nostro studio sarà possibile implementare il Piano di Controllo del Rischio Legionellosi ad hoc per i vostri impianti.

VUOI SAPERNE DI PIU’ CONTATTACI!

 


offerte_2012

CONCESSIONARIO NALCO

NALCO - Competenze essenziali in Acqua, Energia e Aria

http://it-eu.nalco.com/eu/

TECHNOROBOT

ingrandisci il video

area riservata



accreditato ASCCA


ASCCA - SOCIO SOSTENITORE

ascca_logo_socio2016

www.ascca.net

associato AIISA

AIISA (Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici)


www.aiisa.it


associato NADCA

NADCA (National American Duct Cleaners Association) secondo gli Standard NADCA ACR 2006


www.nadca.com